Come funzionano i pannelli radianti a soffitto?

pannelli radianti

I pannelli radianti a soffitto riscaldano i locali mediante trasferimento diretto di calore radiante. Questo significa che l’aria non viene scaldata per intero e quindi si consuma meno energia per raggiungere una temperatura media all’interno della stanza ed avere un comfort abitativo ottimale.

Un pannello radiante non solo utilizza l’aria come metodo di trasferimento del calore, ma, come suggerisce il nome, utilizza principalmente radiazioni termiche che scaldano direttamente oggetti e persone, non solo l’aria.

Come funziona un pannello radiante

Il funzionamento di un pannello radiante si basa su onde elettromagnetiche, lo stesso principio fisico che consente a molte altre tecnologie di funzionare, come ad esempio luci, televisori e telefoni cellulari. Non preoccupatevi, sebbene anche i raggi X siano onde elettromagnetiche, nei pannelli radianti sono presenti onde con frequenze diverse, più fisiologiche e naturali, proprio come quelle irradiate dal corpo umano. Per essere più precisi, i pannelli radianti funzionano quindi con raggi infrarossi a bassa frequenza che vengono emessi da superfici che hanno la stessa temperatura degli organismi biologici.

Gli impianti di riscaldamento radiante generano calore che passa dalla superficie calda alle persone e agli oggetti nella stanza attraverso la radiazione infrarossa, dando subito una piacevole sensazione di tepore.

Sul mercato, esistono impianti di riscaldamento radiante sia a pavimento che a soffitto, ma quest’ultimi sono più efficienti, perché i raggi possono colpire più elementi nella stanza in minor tempo. Nonostante il suo nome, infatti, il riscaldamento radiante a pavimento dipende fortemente dalla convezione, cioè dalla circolazione naturale del calore all’interno di una stanza quando l’aria riscaldata dal pavimento sale verso l’alto. Gli impianti di riscaldamento radiante a soffitto, invece, sfruttano per lo più il sistema radiante vero e proprio e scaldano grazie alle onde elettromagnetiche generate.

Come tutte le altre onde elettromagnetiche, anche le onde dei pannelli radianti viaggiano alla velocità della luce e per questo riscaldano molto più velocemente di altre soluzioni per il riscaldamento domestico.

Calore radiante vs convenzione

Quando l’impianto è impostato sul riscaldamento, un soffitto radiante emette immediatamente calore infrarosso, ovvero radiazione termica, in tutte le direzioni. Queste radiazioni riscaldano direttamente qualsiasi oggetto o superficie nell’area circostante, indipendentemente dal fatto che si trovi in alto o in basso all’interno della stanza.

In caso di raffreddamento, invece, i pannelli radianti del soffitto vengono raffreddati e, invece che emettere radiazioni infrarosse, assorbono il calore in uscita da oggetti, corpi e superfici circostanti. Nel frattempo, l’aria a contatto con il soffitto radiante diventa più fresca e più densa, per questo si sposta naturalmente verso il basso e contribuisce ad un raffrescamento rapido ed efficiente. Questo seconda tipologia di cambio termico è conosciuta con il nome di convenzione.

I soffitti radianti in modalità raffrescamento assorbono il 60-70% del calore dei corpi per radiazioni, mentre il restante 30/40% viene attutito per convezione naturale, ovvero grazie all’aria fredda che si forma nella stanza. È la combinazione di questi due effetti ad aumentare significativamente le prestazioni di un soffitto radiante e renderlo una soluzione ottimale sia per il raffrescamento che per il riscaldamento.

I pannelli radianti del soffitto sono una buona idea?

Il riscaldamento radiante offre notevoli vantaggi. È più efficiente del riscaldamento tradizionale e di solito più efficiente del riscaldamento ad aria perché non presenta perdite di calore dell’impianto. Non essendoci movimento d’aria, non smuove polvere e allergeni, per questo è l’impianto preferito dalle persone con allergie. Inoltre, i sistemi radianti idronici, cioè a base liquida, utilizzano poca elettricità e rappresentano un grande vantaggio per le case che si trovano al di fuori della rete elettrica nazionale, in aree con prezzi elevati dell’elettricità o sono alimentate ad energia pulita senza accumulo e non vogliono ricorrere all’energia della rete.

I sistemi radianti idronici possono essere alimenti da diverse fonti di energia per riscaldare il liquido al loro interno: dalle caldaie standard alimentate a gas o a petrolio, alle caldaie a legna, agli impianti solari fino alla combinazione di più fonti differenti.

I vantaggi dei pannelli radianti a soffitto

  • Sono efficienti al 100% dal punto di vista energetico
  • Non necessitano di manutenzione
  • Hanno un design piacevole
  • Possono fornire una temperatura uniforme dal pavimento al soffitto
  • Si possono impostare temperature differenti nelle singole stanze
  • Il loro funzionamento può essere programmato per ridurre al minimo i costi operativi
  • Le aree riscaldate possono essere personalizzate
  • L’impianto può essere utilizzato come fonte primaria di riscaldamento per un intero edificio
  • Possono dare comfort abitativo con una temperatura dell’aria ambientale inferiore rispetto ai sistemi di riscaldamento convenzionali
  • Offrono risparmio energetico consentendo solo il riscaldamento delle aree occupate
  • Possono essere installati sulla superficie, a filo, sospesi su una griglia del soffitto o sospesi liberamente
  • Non necessitano di apparecchiature di riscaldamento aggiuntive
  • Hanno un prezzo compreso tra i 200 e 500 Euro per pannello
  • Sono approvati dalle principali analisi sull’efficienza del riscaldamento domestico
  • Hanno bisogno di una potenza energetica inferiore rispetto a quella utilizzata da sistemi di riscaldamento tradizionale.