Come costruire un gazebo in ferro battuto

costruire un gazebo

Un gazebo in ferro battuto è un dettaglio di gran pregio che trasforma qualsiasi cortile.

Il modo più semplice per costruirlo è acquistare un kit premontato, poiché i non addetti ai lavori possono avere difficoltà a reperire gli strumenti giusti per tagliare il ferro battuto e assemblarlo in sicurezza. I kit di montaggio di gazebo in ferro battuto sono disponibili in molti stili, dimensioni e forme, e la procedura di assemblaggio è bene o male sempre la stessa.

In questa guida ti spieghiamo passo passo come montare un gazebo in ferro battuto acquistato presso aziende specializzate e posizionarlo al meglio nel tuo giardino.

Gazebo in ferro battuto: il montaggio fai-da-te

1° Step – Costruire la cupola

Le cupole dei gazebo in ferro battuto si trovano nei kit divise in 4 parti. Per montarle è necessario posizionare i 4 pezzi nell’ordine in cui si troveranno quando il gazebo sarà completato e fissare i vari componenti con i dadi e i bulloni inclusi nel kit. Per un fissaggio più pratico, ma anche più solido, ti consigliamo di fissare prima le due parti di sinistra, poi le due parti di destra e infine unirle insieme fino ad ottenere la cupola completa.

2° Step – Montare i pali

Posizionare la cupola sul pavimento in senso rovesciato – ovvero con la punta rivolta verso il basso, e procedere con il fissaggio dei 4 pali usando sempre i dati e i bulloni forniti nel kit di montaggio. Dopo aver montato il primo palo, montare anche il piedino di appoggio prima di procedere con il palo successivo.

Quando tutti e 4 i pali e i relativi piedini saranno fissati, il gazebo è pronto per essere rovesciato e messo in posizione.

3° step – Aggiungere i dettagli

Se il gazebo che hai scelto di realizzare presenta delle decorazioni ornamentali sulla cupola, questo è il momento per fissarle in modo semplice e veloce. Oltre ad installare gli ornamenti presenti nel kit di montaggio, puoi anche rendere il gazebo più carino avvolgendo la cupola con rami di edera o altre piante rampicanti. Questo lo integrerà meglio nello spazio verde e lo farà sembrare un dettaglio elegante e armonioso nel tuo giardino.

Per ottenere un buon risultato, assicurati di utilizzare una pianta già cresciuta, con rami abbastanza lunghi da poter avvolgere sia la cupola che i pali e avere ancora una parte di fusto libera al livello dei piedi del gazebo. Se le tue piante rampicanti percorrono tutta la lunghezza dei pali in ferro battuto, creano un continuo dalla terra fino alla punta del tuo gazebo e donano armonia all’intera struttura.

4° Step – Mettere il gazebo in posizione

Chiedi aiuto a parenti e amici per sollevare il gazebo da terra, ruotarlo, e metterlo in posizione. Dovresti chiedere aiuto ad almeno 3/4 persone per fare questa operazione, così che ognuno sollevi un palo senza fare troppa fatica per ruotare l’intera struttura.

5° Step – Pianta le radici dei rampicanti  

Se hai deciso di adornare il tuo gazebo con piante rampicanti, una volta che l’hai messo in posizione, ricorda di piantare le radici vicino ai punti di appoggio, così che il fusto e le foglie possano continuare a crescer forti e rigorose e rendere il tuo giardino ogni giorno più bello.

Consigli utili per costruire il tuo gazebo

Se vuoi realizzare un gazebo su misura e non vuoi acquistare un gazebo premontato, per prima cosa consulta i cataloghi dei produttori o i loro siti web per trovare il gazebo dei tuoi sogni. Avere qualche spunto in fase di progettazione ti aiuta a scegliere il gazebo più adatto alle tue esigenze e velocizza i lavori di creazione di un gazebo fai-da-te.

Una volta individuato il modello che vuoi realizzare, procurati 8 barre di ferro con una sezione rettangolare cava: sono molto solide, ma al contempo più leggere e facili da lavorare. Ora salda tra loro tre pali in modo da ottenere la forma di un arco/portone. Esegui la stessa operazione con altri tre pali e unisci i due portoni ottenuti usando due pali orizzontali in concomitanza dello stipite superiore. I due pali singoli andranno fissati con viti, bulloni e una piastra a L nei fori che avrai precedentemente creato agli angoli dei portoni.

Una volta finita la struttura portante, dipingi le sbarre con una vernice antiruggine opaca e rifinisci il gazebo come preferisci, ad esempio con le piante rampicanti come ti abbiamo suggerito sopra, creando una cupola decorativa, aggiungendo tende per coprirti dal sole,… Se non vuoi creare una cupola in ferro battuto, puoi usare anche strisce di ferro o di legno per creare un tetto orizzontale nella parte superiore: una soluzione meno elegante, ma sicuramente molto funzionale.