Come recuperare una chiave rotta nella serratura

Star Casa

Quando la tua chiave si rompe nella serratura, ti si gela il sangue e i sentimenti di terrore e impotenza ti pervadono. Se per un attimo hai un pensiero ottimista e pensi “forse riesco ancora ad aprire questa porta” fermarti e leggi questo post!

Forzare una serratura potrebbe danneggiarla per sempre, ma se leggi il nostro articolo e segui tutti i passaggi consigliati dai nostri fabbri professionisti, potrai rimuovere la chiave rotta senza fare danni.

Come aprire un lucchetto dopo che la chiave si è rotta all’interno

Per avere un’idea di quale soluzione sia la più adatta al tuo problema, fatti alcune domande. Dove sei? Quali strumenti hai? Quanto la chiave rotta è incastrata nella toppa?

Una volta analizzata la situazione, potrai capire quale è il sistema migliore e procedere senza l’ansia da prestazione e lo stress di non riuscire a toglierla al primo tentativo. La maggior parte dei metodi che ti stiamo per suggerire, non funzionano al primo colpo e devono essere ripetuti più volte per avere successo.

Ma perché è così facile rompere qualcosa, e molto più difficile risolverlo? Invece di crogiolarti nell’ironia poetica della vita, fai un bel respiro e segui questi passaggi, la soluzione arriverà presto. Buona Fortuna!

NON usare di nuovo la chiave

Molte persone pensano che, anche se metà della chiave è rotta nella serratura, il sistema dovrebbe comunque aprirsi inserendo il resto della chiave. Non provare a farlo. Cercando di reinserire la chiave, spingerai ulteriormente la parte rotta nella serratura, rendendo ancora più difficile le operazioni di recupero. Qualsiasi metodo tu scelga di usare, sarà molto più facile e veloce se la chiave è inserita di poco nella serratura, mentre il tutto diventerà sempre più complicato mano a mano che la chiave procede verso l’interno del meccanismo. Inoltre, a seconda di quanto in profondità si forza la chiave nel blocco, alcuni di questi metodi potrebbero non funzionare.

Metti la parte della chiave rotta che hai in tasca e dimenticatene. Per togliere una chiave rotta da un lucchetto non è necessario utilizzare l’altro pezzo di chiave, ma attento a non buttarla via. Se una volta recuperata la parte di chiave incastrata porti entrambe le parti al tuo fabbro o al negozio di ferramenta locale, un tecnico potrà tagliare una nuova chiave, così che tu possa riaprire il lucchetto come se niente fosse accaduto.

Preparare la serratura

La preparazione della serratura è facoltativa, ma renderà il processo di estrazione della chiave più semplice. Inizia applicando un lubrificante all’interno del buco della serratura, meglio se si tratta di un lubrificante a base di grafite o un lubrificante a secco. I lubrificanti a base di olio, come il WD-40 standard, possono essere usati, ma rendono scivolosi gli interni della serratura e le operazioni di recupero saranno più difficili. Inoltre, sul lungo periodo, potresti avere dei problemi con la fluidità della rotazione del meccanismo.

Attenzione: se usi uno spray alla grafite, ricorda che macchia facilmente, per cui meglio evitare di usarlo quando sei in camicia bianca! Assicurarsi di aver allineato l’ugello del lubrificante all’interno della serratura prima di spruzzare, e aiutati con uno straccio o un tovagliolo di carta per rimuovere qualsiasi lubrificante in eccesso che fuoriesce dal buco.

Le pinze

Se la chiave è rimasta in superficie, per prima cosa prendi un paio di pinze a naso d’ago, e prova a tirarla fuori. Se la chiave è facilmente accessibile, toglierla con le pinze sarà un gioco da ragazzi!

Materiali che possono tornarti utili

Quando sei sotto pressione, potrebbe essere difficile trovare a portata di mano qualcosa che ti venga utile per rimuovere la chiave rotta dal lucchetto. Per venirti incontro, abbiamo creato questo elenco di cose che potresti avere con te e che ti aiuteranno sicuramente a recuperare la chiave rotta nella toppa: 

  • Molletta per capelli in metallo
  • Spuntone per capelli
  • graffette
  • spille da balia
  • Perno a sgancio rapido
  • Kit di pronto soccorso
  • Kit di emergenza
  • Coltellino svizzero
  • Carte da gioco
  • Pinzette e forbici per sopracciglia
  • Mattarello

6 semplici modi per recuperare una chiave rotta nella serratura

1. Pinzette

Quando una chiave si rompe nella serratura, la maggior parte delle persone prende una pinzetta e cerca di recuperarla. Prima di procedere, però, dovresti verificare lo spessore delle pinzette e la profondità della chiave all’interno della toppa. La maggior parte delle pinzette, infatti, non è adatta a questo tipo di operazione e spinge la chiave in profondità.

Prima di procedere, assicurati che le pinzette abbiano un’apertura tale da adattarsi allo spessore della chiave, ma che al contempo siano abbastanza sottili da poter infilarsi ai lati della chiave senza spingerla verso l’interno.

La maggior parte delle pinzette, infatti, non riesce a passare tra l’ingranaggio e la chiave per recuperare la metà spezzata all’interno, ma può essere molto utile se una parte della chiave rotta sporge dal buco della serratura.

Hai mai giocato all’allegro chirurgo? Da piccoli tutti l’abbiamo adorato, ma sai bene che la vita non è un gioco e spesso darsi da fare con delle pinzette è più rischioso di quanto sembra. Utilizza questo metodo solo sei sicuro del risultato, altrimenti continua a leggere, troverai sicuramente un metodo più adatto alla tua situazione.

2. Estrattore di chiavi rotte

Esiste uno strumento per togliere le chiavi rotte in modo professionale che si chiama estrattore di chiavi rotte. Alcuni fabbri creano degli strumenti ad hoc per effettuare i loro interventi, ma se non hanno costruito da soli la loro attrezzatura, con tutta probabilità utilizzeranno proprio questo strumento.

Se lo hai a disposizione, è sufficiente posizionarlo lungo la fessura della serratura in concomitanza della chiave rotta e fare in modo che i ganci dell’estrattore riescano a pinzarsi alla parte di metallo della chiave. Una volta fissato lo strumento alla chiave, è sufficiente girare e tirare per rimuovere la parte rotta, ma non dimenticare che anche in questo caso potresti dover fare più di un tentativo prima di ottenere un risultato.

Il consiglio in più: puoi acquistare un estrattore di chiavi rotto in qualsiasi ferramenta, ma fai attenzione al modello che scegli. Molto spesso gli estrattori di chiavi vengono venduti in kit che comprendono diversi strumenti non necessari, per questo ti consiglio di acquistare un modello a doppio gancio, lo stesso che usiamo anche noi durante i nostri interventi, ed evitare di acquistare kit completi. In questo modo risparmierai un po’ di soldi e otterrai lo stesso il risultato che vuoi, ovvero togliere la chiave rotta dalla toppa della serratura.

3. Lama seghettata

Se non vuoi acquistare un estrattore di chiavi rotto, puoi crearne uno da solo usando una mini lama di seghetto, come le lame che trovi nei kit di montaggio dei puzzle, o anche solo un sottile pezzo di metallo da fissare sulla tua chiave inglese per entrare nella toppa e infilarsi tra l’ingranaggio e la chiave. Se necessario, puoi anche rompere la parte superiore della lama per ottenere una punta che si infilerà più facilmente tra la chiave e l’ingranaggio.

Se la lama è seghettata, fai in modo che si agganci alla chiave in concomitanza delle scanalature: se agganci la chiave, toglierla sarà ancora più facile. Una volta inserita la lama all’interno della serratura e averla fissata alla chiave, ti basta ruotare la chiave inglese per ottenere lo stesso movimento che si ha con l’estrattore di chiavi rotte e, tirando al momento giusto, il pezzo di chiave uscirà dalla serratura come per magia.

Questo metodo è perfetto quando hai a portata di mano una piccola lama e non hai tempo, o voglia, di andare al ferramenta più vicina, ma ricorda: anche in questo caso potresti dover fare più di un tentativo per ottenere un risultato!

4. Super colla

Usare la super colla per togliere una chiave rotta dalla toppa sembra piuttosto stupido, ed effettivamente nella maggior parte dei casi è un metodo che non funziona, ma mai dire mai! Se non hai a disposizione pinzette, lame o strumenti professionali, può valere la pena tentare anche questa strada. Ecco come.

Per prima cosa individua qualcosa di sottile, come un filo di ferro o un bastoncino, che possa entrare nella toppa della serratura, e cospargilo di colla. Fai attenzione alla quantità di colla che utilizzi: se è troppa potrebbe danneggiare la serratura, se è troppo poca potrebbe non riuscire a fare presa.

Subito dopo aver usato la colla, inserisci il filo o il bastoncino nel buco fino a raggiungere la chiave rotta, fallo aderire al bordo di metallo del pezzo rotto e aspetta che la colla faccia presa. Poi, usa il filo/bastoncino come se fosse il prolungamento della chiave e girarlo fino a riuscire a sfilare con facilità il pezzo rotto.

Questo metodo funziona in modo ottimale se una parte della chiave è ancora visibile, mentre se la chiave si è rotta in profondità rischi che, infilando un bastoncino o un filo nella serratura, la colla si attacchi all’ingranaggio prima che alla chiave, mandando in fumo i tuoi tentativi di riuscire nell’impresa.

5. Maschiatura del cilindro

Per lavorare sul cilindro della serratura è necessario poter posizionare il cilindro verso il basso e puntare la chiave di conseguenza. Questa operazione è molto semplice se stai togliendo la chiave rotta da un lucchetto, mentre potrebbe essere più complicata se non riesci a togliere il cilindro dalla serratura perché è montato su una porta.

Ad ogni modo, una volta che il cilindro è perpendicolare al pavimento e la parte esterna è rivolta verso il basso, colpiscilo con un martello o con un mattarello fino a che la chiave non viene sbattuta fuori e cade a terra. Anche se questo metodo funziona in entrambi i sensi, è molto più facile far uscire la chiave dal verso in cui è entrata, piuttosto che farle attraversare l’intero cilindro.

Per avere successo, il trucco di questo metodo è la capacità di tenere fermo il blocco in modo perfettamente perpendicolare, così che la gravità ti aiuti nell’impresa.

Attenzione però a quando colpisci il cilindro: un colpo troppo forte potrebbe danneggiarne la struttura e rovinare il blocco. In questo caso, sarai quindi costretto a chiamare un fabbro: l’unico che potrà riparare il cilindro ed estrarre la chiave.

6. Trazione

Con due sottili pezzi di metallo, è possibile immobilizzare la chiave ed estrarla tirando.

Per questa operazione è necessario allineare due pezzi di metallo su entrambi i lati della chiave, ovvero i due lati che fanno presa all’interno della serratura. Non è necessario che i due pezzi di metallo entrino in profondità nella serratura, basta che si fissino alla chiave e permettano di tirare senza sfilarsi. Una volta che la morsa è stretta, tira verso di te. Con tutta probabilità riuscirai a tirare la chiave solo un poco, e poi i due pezzi di metallo si sfileranno. Non demordere e prova ancora, questa volta senza tirare subito verso di te, ma creando gioco all’interno della serratura, e ruota leggermente i polsi per far in modo che la chiave si sposti poco a poco. Se sei caparbio, con solo due pezzi di ferro, una forcina o una molletta, potrai togliere la tua chiave. Ricorda però di utilizzare oggetti di poco valore, perché durante le operazioni di recupero potrebbero danneggiarsi e non essere più utilizzabili per la loro prima destinazione d’uso, ad esempio acconciare la tua chioma.