Le migliori caldaie a condensazione

Le migliori caldaie a condensazione

Le caldaie tradizionali più recenti possono raggiungere fino al 78% di efficienza, ovvero il 78% di calore effettivamente utilizzabile, mentre le caldaie di vecchia generazione non vanno mai oltre il 55-65%.

Le caldaie a condensazione, invece, ottimizzano i consumi al 99% e ti fanno risparmiare fino a 400 euro all’anno sulle bollette del gas (310 dollari stimati dal Energy Saving Trust), e al contempo riducono le emissioni di Co2 della tua casa.

Se vuoi sostituire la tua vecchia caldaia e stai pensando di passare a un modello più efficiente, dovresti sapere che oggi installare caldaie a condensazione è obbligatorio per legge, ma vediamo nel dettaglio quali sono i vantaggi delle caldaie a condensazione e quali solo le migliori sul mercato.

Quali sono i vantaggi delle caldaie a condensazione?

Ci sono molti vantaggi associati alle caldaie a condensazione che le rendono un’alternativa migliore sotto più punti di vista. Gli aspetti positivi più significativi sono:

Maggiore efficienza energetica

Il motivo principale per cui le caldaie a condensazione sono migliori dei modelli non a condensazione è che sono più efficienti di almeno il 25%. Questo livello di efficienza si raggiunge utilizzando il calore di scarto dei gas presenti nella canna fumaria per preriscaldare l’acqua fredda che entra nella caldaia, sfruttando così il calore già prodotto in precedenza senza bisogno di scaldarne di nuovo. Le caldaie a condensazione riescono così a mantenere fino all’11% in più di calore rispetto alle caldaie tradizionali, raggiungendo un’efficienza tale da ottimizzare fino al 99% dei loro consumi.

Le caldaie a condensazione possono aiutarti a ridurre significativamente le bollette del gas e le emissioni di carbonio nell’atmosfera, e sono un ottimo sistema di riscaldamento alternativo.

Minore dispersione di carbonio

Dal 2005 è diventato obbligatorio installare caldaie a condensazione se la vecchia caldaia deve essere sostituita. Le caldaie a condensazione riducono significativamente le emissioni di carbonio e puoi risparmiare fino a 1.200 kg di carbonio all’anno installandole a casa tua. Inoltre, questo rende le caldaie a condensazione ammissibili per accedere all’Eco-bonus, un incentivo statale che ti aiuta a coprire i costi di installazione.

Più sicurezza per la tua casa

Poiché le caldaie a condensazione sono perfettamente sigillate per l’isolamento termico e catturano l’aria dall’esterno della stanza in cui si trovano, non vi è rischio che qualcosa, come stracci o carta, venga risucchiato nella caldaia. Inoltre, non vi è neppure il rischio di essere a contatto con sostanze tossiche, in quanto il liquido condensato viene smaltito tramite un tubo collegato al sistema di drenaggio.

Le caldaie combi a condensazione sono più efficienti in termini di spazio, perché non hanno bisogno di un serbatoio dell’acqua e possono essere posizionate anche in un armadio della cucina.

Sistemi complessi e costanti

Il sistema di una caldaia tradizionale può spegnersi all’improvviso quando il tempo è molto freddo, perché il tubo esterno è suscettibile al congelamento. Le caldaie a condensazione, invece, non hanno un tubo esterno e per questo non rischiano di andare in blocco con temperature troppo basse.

Quali sono gli svantaggi delle caldaie a condensazione?

Le caldaie a condensazione presentano degli svantaggi, anche se, a conti fatti, restano il sistema di riscaldamento più efficiente attualmente disponibile. Ecco quali contro potresti avere se usi un impianto a condensazione.

Rischio di corrosione 

In presenza di condensa acida, le caldaie a condensazione potrebbero corrodersi piano piano e perdere la loro efficienza. Tuttavia, il guadagno che offrono giustifica il rischio di dover sostituire la caldaia a condensazione dopo pochi anni perché si è corrosa.

Se le tue vecchie caldaie funzionano ancora a piena efficienza puoi pensare di continuare ad usare, ma non appena danno dei sintomi di malfunzionamento e calo dell’efficienza, ti consigliamo il passaggio ad una caldaia a condensazione che ti fa risparmiare e fa bene all’ambiente!

Più costose

Le caldaie a condensazione sono più costose a causa della complessità degli impianti, complessità che influisce sia sui costi di acquisto che sulle manutenzioni. Sebbene le caldaie tradizionali siano più economiche da riparare, però, ti fanno risparmiare solo sul breve periodo, mentre le caldaie a condensazione sono l’opzione più vantaggiosa sul lungo termine.

Come scegliere la caldaia a condensazione più adatta a te?

Ci sono numerosi fattori da considerare quando si passa a un nuovo sistema di riscaldamento.

Per facilitare la tua scelta di una nuova caldaia, ti suggeriamo di consultare le informazioni date dai produttori di caldaie sia in merito all’efficienza che alle tipologie di caldaie disponibili (caldaie elettriche a pettine, caldaie a gas, caldaie a olio, pellet di legno ecc.). Per quanto riguarda le caldaie a condensazione, però, sono due i modelli più utilizzati in Italia:

Caldaia a pompa di calore

Le pompe di calore aria-acqua assorbono il calore dall’aria esterna e trasferiscono il calore all’acqua per distribuirlo in tutta la casa tramite un sistema di riscaldamento con termosifoni o a pavimento. Le pompe di calore funzionano molto meglio quando la temperatura esterna è molto bassa, per questo in inverno sono più efficienti di una caldaia standard.

Caldaia a camera sigillata

La semplice definizione di caldaia a combustione sigillata basta per capire che questa tipologia di caldaie ha una struttura completamente stagna e utilizza solo aria esterna per il processo di combustione che avviene all’interno. Le caldaie a camera sigillata hanno un tubo che viene utilizzato per portare l’aria esterna nell’apparecchio a gas e un altro tubo che invece è collegato al sistema di riscaldamento, mentre il processo di combustione del gas avviene in uno spazio isolato che non inquina l’aria della tua casa.

Installazione caldaia a condensazione

Prima di procedere con l’installazione di una caldaia a condensazione, chi ti segue nei lavori dovrà porsi alcune domande, come ad esempio dove verrà posizionata la caldaia e la canna fumaria, quanti radiatori vengono serviti dalla caldaia e quanti bagni sono presenti in casa. Questo permetterà di scegliere una caldaia a condensazione con cognizione di causa e trovare il modello più adatto a te.

Il giorno dell’installazione, il tuo idraulico arriverà a casa tua con tutti i materiali di cui ha bisogno per completare il lavoro in modo efficiente e sicuro. Inoltre, un bravo idraulico si assicurerà anche di coprire le superfici e i pavimenti per proteggerli durante l’intervento e pulirà la stanza una volta terminata l’installazione.

Se si tratta di un’installazione semplice, il lavoro potrà essere completato entro un giorno. Tuttavia, potrebbe esserci bisogno di più tempo se, ad esempio, stai cambiando il tipo o la posizione della caldaia. In questo caso sarà necessario più di un giorno di lavoro, ma già in fase di preventivo il tuo idraulico saprà darti una stima dei tempi e dei costi, così da darti la possibilità di organizzarti di conseguenza.

È importante essere in casa al termine dell’installazione, in modo che l’idraulico possa eseguire i controlli e darti di persona tutta la documentazione relativa alla nuova caldaia.

Manutenzione della caldaia: con quale frequenza va fatta?

La frequenza di controllo di una caldaia a condensazione andrebbe verificata sempre con il produttore, ma di solito la prima manutenzione viene effettuata 12 mesi dopo l’installazione per soddisfare i termini di validità della garanzia.

Dopo il primo controllo, si procede con una manutenzione programmata di anno in anno, alla quale si aggiungono eventuali manutenzioni straordinarie in caso di malfunzionamenti.